Blog: http://ofyp.ilcannocchiale.it

Per amore della musica.

Ogni tanto mi capita di andare a vedere questi concerti minori, che poi sono minori solo perché infilati in realtà strane o perché i gruppi in questione sono poco conosciuti o poco battuti. Venerdì sera, in quel di Susa, infilati in mezzo alle montagne sotto un tendone enorme, fra fiumi di birra e odore di porchetta, si sono esibite le Bambole di Pezza. Rox, Morgana, Dani, Aika e Franka, cinque ragazze punk/rock che, oltre ad essere delle belle gnocche, il che non guasta mai, riescono a sprigionare energia anche di fronte a pochi dementi e un pubblico glaciale. Esplodono dal vivo, nonostante l’indifferenza generale. Un concerto per pochi intimi, una trentina di persone che sottopalco pian piano si scaldano e iniziano a ballare e pogare sui loro potenti riff di chitarra. Il divertimento, con queste cinque pulzelle armate di strumenti musicali e coadiuvati da una voce rabbiosa e fluida è assicurato, almeno per chi, come me, si è fatto 50 chilometri per andare ad ascoltarle. Neanche Hey! Ho! Let's Go, cover dei leggendari Ramones, riesce a smuovere la gente immersa in boccali di birra del Festival. E non è colpa delle bamboline, loro ce la mettono davvero tutta, grinta, musica, spettacolo, bellezza. Da rivedere in un contesto diverso, magari a Ponderano a Dicembre. Sicuramente. Anche se un minimo di rispetto per gente che si fa il culo, ottanta concerti l’anno, scrive e suona musica, realtà italiana fuori dagli schemi, non guasterebbe. F. si è innamorato di Rox, il mio amore per Morgana si è ulteriormente rafforzato. Alla fine del concerto un Dj inizia a mettere su un po’ di musica tunz tunz e la gente inizia a ballare, sembrava aspettassero solo questo. Ed è lì che mi rendo sempre conto che io sono di un altro mondo e, in fin dei conti, non mi dispiace affatto… SBANDASSI!

 


Il loro sito

 

Pubblicato il 12/9/2005 alle 12.20 nella rubrica Versi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web